Diritto all'Oblio
Tel. 06 39754846

Diritto all'oblio Cancelliamo i dati indesiderati
Richiedi informazioni o chiama 06 39754846

Come Cancellare Notizie su Facebook

Cancellare notizie da Internet non è un diritto di tutti. La definizione di Diritto all’Oblio infatti prevede che i cittadini europei abbiano diritto ad esercitare una richiesta di rimozione dei propri dati personali dagli archivi Internet. Un sito Internet, un motore di ricerca, o un social network che contengono il nominativo di una persona (“dato personale”, rimuovere il proprio nome da Internet ai sensi del Codice Europeo in materia di trattamento dei dati) debbono procedere con la rimozione del nome da Internet, laddove ci sia parvenza di diritto. Infatti, il Diritto all’Oblio su Internet non è contemplato per tutte quelle persone che lavorano come liberi professionisti o come imprenditori, per i cittadini che si siano macchiati di un “reato grave” e per le persone di notorietà pubblica (un personaggio famoso, oppure un politico). Il Garante dei Dati in questi ultimi mesi ha messo molto paletti nei confronti del Diritto all’Oblio Internet.

Gli orientamenti giuridici prevedono una moderazione del diritto all’oblio a favore del diritto di cronaca, del diritto del pubblico ad accedere all’elaborazione dei dati su Internet, e della tutela dei diritti dei consumatori. Quando si presenta a Google una richiesta di rimozione dei dati personali ai sensi della Legge europea sulla Privacy (Diritto all’Oblio), Google protocolla la risposta e fornisce una motivazione, sia in caso di esito positivo che in caso di esito negativo. Se Google non cancella i dati da Internet, i siti web, le immagini e le notizie da cancellare, restano online. Come fare in questi casi? Ci si dovrebbe rivolgere al Garante dei Dati (possibilmente con l’assistenza di un avvocato esperto in Diritto all’Oblio) oppure al Webmaster del sito web per presentare una richiesta di rimozione. Per il Garante della Privacy il Diritto all’Oblio si esercita effettuando una richiesta di accesso ai propri dati personali direttamente al titolare del trattamento dei dati. In questi casi, vanno effettuate delle distinzioni: ad esempio, il titolare del trattamento dei dati può essere il direttore del giornale, e in questo caso andrebbe analizzata la richiesta in funzione del codice deontologico in materia di trattamento dei dati personali da parte del giornalista; oppure, il sito Internet titolare del trattamento dei dati potrebbe non essere pubblicato in Italia, e fare riferimento ad un’altra legislatura.

Basterà leggere la pagina di Note legali / Privacy policy del sito web che deve rimuovere il nome da Internet, per definire questi dubbi e affrontare la procedura di rimozione. Cancellare notizie da Google richiede molta precisione nella raccolta delle informazioni da presentare a Google. L’onere probatorio, prima di tutto, è a carico del richiedente: significa che, se volessimo presentare una richiesta per cancellare notizie diffamatorie da Google, dovremmo dimostrare con della documentazione legale che il diretto interessato sia estraneo ai fatti. Anche in funzione del possibile coinvolgimento del Garante della Privacy per la cancellazione del nome dal motore di ricerca, il richiedente dovrebbe rivolgersi ad un legale, affinché la procedura venga svolta correttamente e si ottenga il risultato desiderato.

Come funziona invece il Diritto all’Oblio su Facebook? Al momento, Facebook non dispone di un modulo per il Diritto all’Oblio, come ne dispone Google. Per cancellare notizie, dati personali, foto e immagini da Facebook, occorre seguire una procedura di segnalazione del contenuto da rimuovere su Facebook. Nella procedura, il richiedente deve farsi identificare da Facebook e deve fornire con esattezza le informazioni riguardanti il contenuto da rimuovere, e l’utente o la pagina che l’ha pubblicato. Le notizie su Facebook vengono “condivise” dai suoi utenti, i quali a loro volta possono pubblicare commenti alla notizia e riportare il nominativo della persona diretta interessata. Facebook si adopererà per cancellare la notizia dal social network o rimuovere il contenuto inappropriato, inoltrando la richiesta all’utente che ha pubblicato o condiviso la notizia, e chiedendogli di rispondere a sua difesa. Se Facebook non riterrà opportuna la risposta dell’utente, avverrà la cancellazione della notizia.