Diritto all'Oblio
Tel. 06 39754846

Diritto all'oblio Cancelliamo i dati indesiderati
Richiedi informazioni o chiama 06 39754846

Denunciare Un Sito Internet alla Polizia Postale

Internet è il mezzo comunicativo più potente al mondo e come tale gli utenti inseriscono qualsiasi tipo di dato al suo interno per esprimere pareri, consensi, contrasti, o anche per diffamare un altro utente. Può capitare infatti che digitando il proprio nome all’interno di un motore di ricerca come Google, si venga a conoscenza che i propri dati siano all’interno di pagine che possono non rispettare la tua privacy, o ancor di più che ledono la tua dignità e il tuo onore in quanto sono nocivi per la tua immagine personale e la tua reputazione lavorativa. Altri casi in cui si può segnalare un sito sono ad esempio quando questi contengono Spam oppure Phishing, Malware, ecc.

Se vuoi segnalare un sito negativo, ovvero se desideri che questo sia escluso dai risultati di  ricerca perché malevolo o fraudolento, o perché non rispetta i tuoi diritti, puoi appellarti direttamente a Google, tramite la pagina in cui sono contenuti gli strumenti per i webmaster di Google e cliccare sull’opzione relativa al tipo di segnalazione che vuoi inviare. E’ bene tenere presente che Google può rimuovere direttamente un sito web – sempre qualora ritenesse la richiesta valida – solo quando esso stesso è il proprietario, (ovvero solo quando il sito è compreso nella lista dei Prodotti Google: Blogger/Blogspot, Google Plus (“Google+”), Google Play Musica, Google Play App, Google Shopping, Google Immagini, Picasa, Youtube, e Altri Prodotti Google di tipo Google Street View, Google News, Google Libri, Zagat, Google Maps, Local Guides Connect, e molti altri). Solo in questo caso Google può rimuovere il contenuto del sito Internet o il sito Internet stesso, cancellando definitivamente le URL oggetto della richiesta. Per tale motivo è importante che prima di fare richiesta a Google per rimuovere un sito si individui chi è il gestore del sito web.

A questo punto diventa indispensabile l’assistenza di un avvocato che insieme ad uno staff di professionisti informatici, possano realizzare una corretta documentazione legale e informatica che ti consente di rimuovere il sito in questione. Ciò anche in previsione del fatto che quasi sicuramente i webmaster dei siti web rifiuteranno la richiesta di eliminazione del loro sito, poiché al massimo potranno eliminare solo gli articoli che parlano di voi. Ma anche in questi casi, la procedura non è così semplice poiché verranno richiesti alcuni documenti legali che fungono da motivazione della seguente richiesta.

Qualora la richiesta di rimozione non venisse presa in considerazione da Google, puoi direttamente denunciare un sito Internet alla Polizia Postale. Quando viene fatta la denuncia alla Polizia Postale cosa succede? In tali circostanze, sia l’autore dell’articolo, sia il legale rappresentante della società che gestisce il sito Internet, possono incorrere in reato per diffamazione, aggravato dal fatto che il web rappresenta una fonte di promozione e diffusione della notizia che comporta come tale una maggiore lesione all’individuo interessato. Se vuoi denunciare un sito Internet alla Polizia Postale, o se vuoi fare delle segnalazioni Polizia Postale puoi rivolgerti direttamente a loro presso il loro sito o visitare la pagina Facebook Polizia Postale.

Inoltre, per qualsiasi dubbio puoi verificare sulla pagina Internet qual’è l’ufficio più vicino a te e chiamare al loro numero (Polizia Postale numero verde). Non è possibile inviare email alla Polizia Postale, ma è possibile presentare il modulo denuncia presso la Polizia Postale. Occorre tutta la documentazione necessaria, dove vengono in prima istanza esaminati tutte le URL in cui compare il nome leso e tutte le prove che possano testimoniare di quanto detto. Nel momento in cui la denuncia viene presa in considerazione in quanto valida di prova, cosa fa la Polizia Postale? Una volta sporta denuncia le conseguenze della Polizia Postale si basano sulle leggi, che puniscono le offese (ingiuria, diffamazione, oltraggio, diritto d’autore, ecc) con multe fino a 12mila euro e carcere fino a 5 anni, che possono anche aumentare qualora il reato riguardi minorenni, soggetti con patologie, etc. Per tale motivo, anche se si decidesse di affidarsi individualmente per denunciare un sito Internet alla Polizia Postale, in realtà la consulenza di un legale esperto in materia di diritti su Internet è assolutamente consigliata, soprattutto in vista del supporto probatorio che deve essere allegato all’atto. E’ importante inoltre che lo studio legale in questione si affiancato da un team di webmaster che possono reperire tutti gli URL in cui è presente il vostro nome.