Diritto all'Oblio
Tel. 06 39754846

Diritto all'oblio Cancelliamo i dati indesiderati
Richiedi informazioni o chiama 06 39754846

I Virus Informatici Più Pericolosi

La storia dell’informatica ha sempre avuto oltre alla sua componente positiva che vede lo sviluppo di software e hardware, anche l’incremento e la crescita dell’altro lato negativo, i virus. La parola virus è spesso erroneamente utilizzata quando in realtà sarebbe giusto parlare di malware. Il virus è quella componente software, appartenente alla categoria dei malware, il cui scopo è arrecare danno ai file del sistema dove viene eseguito. Ovvero è un semplice piccolo programma, un frammento di codice progettato e scritto per riprodursi e diffondersi da un sistema informatico ad un altro all’insaputa dell’utente, quindi senza la sua autorizzazione. Il concetto di virus, sebbene possa sembrare qualcosa di assolutamente recente, in realtà può essere collocabile già nel 1949 quando John Von Neumann (uno dei più importanti scienziati dello scorso secolo e ideatore dell’omonima architettura sulla quale si basano i computer moderni) ha dimostrato la possibilità matematica secondo cui si può realizzare un software che è in grado di replicarsi automaticamente senza l’intervento dell’uomo.

Con il boom di Internet avvenuto negli anni successivi, si sono venuti a creare nuovi tipi di virus informatici che hanno avuto modo di moltiplicarsi e di diffondersi sempre più rapidamente rispetto al passato. Infatti i virus informatici 2016 rientrano a pieno nei nuovi virus informatici più pericolosi poiché prevedono che l’utente riceva sulla propria casella di posta elettronica un messaggio che fornisce indicazioni ingannevoli su presunte spedizioni a suo favore, oppure può essere inviato un link. Tale link contiene un file che è un virus che riesce a criptare il contenuto del computer, di modo che poi automaticamente scatta il ricatto per riaprire i file e rientrare in possesso dei propri documenti. Il ricatto prevede che sia richiesto un pagamento di una somma di alcune centinaia di euro in bitcoin, per ricevere successivamente via e-mail un programma per la decriptazione. Il virus in questione si chiama Cryptolocker, e rappresenta uno dei pericoli più diffusi in rete negli ultimi anni. Ma qual’ è il virus informatico più pericoloso di sempre?

Tra i virus informatici più pericolosi di sempre sicuramente è MyDoom virus che ha causato per la sua potenza devastante più di 38 miliardi di dollari di danni in tutto il mondo. E’ stato diffuso tramite email, con l’intento di creare messaggi infettanti con oggetti diversi (per essere meno riconoscibile), per poi attaccare tutti i tipi di file presenti sul PC infettato. Può considerarsi come il virus informatico più potente al mondo poiché grazie alla sua potenza è riuscito a rallentare le prestazioni Internet a livello globale; bloccare a circa 60 società informatiche l’accesso ai siti web e i pop-up pubblicitari forniti da DoubleClick e di altre società di marketing online; inoltre è riuscire ad attaccare anche il colosso Google fermando completamente la funzione del motore di ricerca per grande parte della giornata lavorativa ed è riuscito a creare notevoli rallentamenti di diverse ore, dei motori di ricerca AltaVista e Lycos; infine ha commesso un attacco DoS (Denial of Service), ovvero ha impedito l’uso di una risorsa di rete, ad esempio un sito web, come la società SCO Group, vittima di questo virus.

Attualmente i virus informatici più pericolosi sono in grado di inquinare molti altri tipi di files, di cambiare le istruzioni del BIOS caricate in RAM, di diffondersi attraverso gli stessi supporti fisici contenuti nel PC e di danneggiare fisicamente, persino l’hardware. Vi è un elenco virus pc, i cui nomi di virus informatici sono tra i più diffusi e i più conosciuti vi sono ad esempio, per citarne alcuni: i worm, che sono un particolare di virus malware che ha la particolarità di auto-replicarsi nel sistema operativo; il Trojan Horse che prende tale nome proprio perché si nasconde all’interno di applicazioni che appaiono come utili ma che una volta installate inconsapevolmente dall’utente sul proprio computer attivano l’infezione virus; i programmi Backdoor Virus in cui l’infezione si contrae facilmente visitando siti web che veicolano questi malware; Il dialer virus è un tipo di programma malware in grado di forzare connessioni non richieste. La caratteristica principale di questo virus è quella di comporre automaticamente un numero per collegarsi a reti e linee telefoniche che vengono istituite unicamente per truffare gli utenti che si ritroveranno a pagare ingenti somme per il servizio di connessione.