Diritto all'Oblio
Tel. + 39 06 39754846

Diritto all'oblio Cancelliamo i dati indesiderati
Richiedi informazioni o chiama 06 39754846

Pubblicato da Redazione il 18 gennaio 2017

Google Plus, novità per le foto sul profilo

Recentemente Google ha annunciato un nuovo sistema automatico per Google Plus, capace di occuparsi del caricamento delle foto sul profilo con una riduzione del 75% della grandezza rispetto al formato delle immagini originali. Il sistema funziona in un ambiente in cloud, ed è basato sul progetto RAISR (Rapid and Accurate Image Super-Resolution), che Google aveva sviluppato in funzione del miglioramento della qualità delle foto su Google Plus (“Google+”). Cercando in rete informazioni su questo nuovo progetto Google, si legge che funziona con una “machine learning”, simile a quelle gestite dai sistemi di Google Prediction. Quando viene caricata una foto, Google Plus riconoscerà l’alta risoluzione, ed applicherà un alleggerimento del file mantenendo la medesima risoluzione dell’originale. Ad esempio, un’immagine di risoluzione 1920×1080 dal peso di 200KB, su Google Plus avrebbe u peso di 50kb.

L’obiettivo di questo miglioramento è di velocizzare il caricamento delle foto su Google Plus, e risparmiare il traffico di connessioni dati. Nelle prossime settimane, il nuovo sistema di gestione delle foto del profilo su Google Plus, sarà esteso su più immagini da caricare, e non solo – come avviene al momento – solo sulle foto in HD. Il nuovo sistema automatico per il caricamento delle foto su Google Plus verrà così implementato un poco alla volta; se si riceve l’aggiornamento su Google Plus (“Google+”) e si riscontrano problemi di gestione delle foto, sarà necessario accedere alla Guida di Google+ e chiedere una mano alla community italiana di Google+. All’interno di queste community, utilizzabili attraverso i forum di discussione, si accedono a informazioni utili per risolvere i problemi con i prodotti Google, senza la richiesta di particolari competenze.

Il social network di Google utilizzerà il nuovo sistema automatico per il caricamento delle foto su Google Plus, anche per gestire il proprio archivio immagini. Gli utenti di Google+ saranno agevolati nel caricamento delle immagini sul profilo, che diventerà più veloce e di migliore qualità nella risoluzione, evitando effetti di “sformattazione” che non rendono ben visibile una foto pubblicata su Internet. Google applica un backup automatico delle immagini caricate sul profilo. Significa che, quando cambierete l’immagine del profilo su Google Plus, l’immagine vecchia verrà memorizzata negli archivi di Google. Attenzione dunque a lasciarvi prendere la mano dal caricamento di foto su Google Plus, anche se con i nuovi sistemi – come in generale, con i nuovi prodotti Google – la qualità del servizio è migliorata, e sarà sempre più semplice e divertente pubblicare nuove foto su Internet con Google Plus. Il social network di Google vi permette di rimuovere le foto da Internet, ma la procedura, a quanto pare, non è delle più semplici. I sistemi di Google, infatti, impostano in via predefinita il backup automatico delle foto e la condivisione delle foto su Internet. Significa che chiunque potrebbe visualizzarle, e diffonderle sul motore di ricerca attraverso i siti Internet. All’utente di Google+ non resta che risalire alle configurazioni della privacy e alle impostazioni del profilo, per “filtrare” la condivisione delle foto e nascondere o mostrare le informazioni del profilo. In questa maniera, si evita di andare alla ricerca di foto da cancellare su Google Immagini una volta che vengono caricate su Google+.

Su Google Plus, infatti, si possono nascondere tutte le informazioni, ad eccezione del nome, della foto del profilo, della foto di copertina e del canale Youtube, qualora ce ne fosse uno collegato al proprio account Google. Nella scelta delle Impostazioni per la privacy su Google Plus (“Google+”), l’utente sceglie cose condividere tra le “Informazioni di base” del profilo Google+ e le proprie adesioni alle community. Su Google Plus l’appartenenza alle community permette di accedere alle foto degli utenti e, a meno che la community non sia di tipo privata, tutti possono vedere il collegamento ad una community, fino ad un massimo di 30 community da mostrare sul profilo.

Come rimuovere le foto su Google Plus con le nuove Privacy Policy Google del 2017? Google, nelle sue Privacy Policy e termini di servizio, scrive che su Google+ è possibile utilizzare opzioni di condivisioni diverse, ad esempio bloccare la ricondivisione dei post, scegliere se condividere un post pubblicamente oppure con un gruppo limitato di persone. L’offerta di opzioni efficaci per la protezione e la gestione della privacy su Google, è presente anche sul social network Google Plus. Quando Google aggiorna i sistemi di navigazione su Google Plus, intesi anche i nuovi sistemi di gestione delle foto sul profilo, non effettua automaticamente un aggiornamento dei termini di servizio Google. La rimozione di una foto pubblicata su Google Plus non avviene in automatico. Il consenso dell’utente alla condivisione pubblica della foto può essere rimosso, ed ogni nuova foto pubblicata su Google+ può beneficiare delle opzioni di condivisione, in questa maniera l’utente si protegge dalla diffusione di queste immagini e delle informazioni ad esse collegate. Una volta “uscite” da Google+, infatti, sarà più difficile cancellare le foto da Internet e toccherà contattare i Webmaster dei siti web per rimuovere la foto inizialmente pubblicata su Google+.

LINK UTILE: GESTIONE FOTO SU ACCOUNT GOOGLE

#foto#google#google plus#immagini#privacy google

Lascia un commento

Richiedi informazioni o scrivi un commento

Nome*

Email*