Diritto all'Oblio
Tel. + 39 06 39754846

Diritto all'oblio Cancelliamo i dati indesiderati
Richiedi informazioni o chiama 06 39754846

Pubblicato da Redazione il 10 aprile 2017

Protezione Dati su Internet, nuovo Regolamento dal 2018

Novità in arrivo per il Regolamento Generale UE sulla Protezione dei Dati (GDPR General Data Protection Regulation). In queste settimane sono state introdotte nuove norme in materia di trattamento e protezione dei dati personali dei cittadini europei. Tutto sarà effettivo a partire dal 2018, e i cambiamenti riguarderanno anche i Paesi non appartenenti all’Unione Europea ma comunque geograficamente riconducibili alla comunità dei Paesi membri (con particolare riferimento alla Gran Bretagna). Le novità introdotte nel nuovo Regolamento UE sulla Privacy sono riassumibili in 10 punti: Estensione dell’ambito di applicazione territoriale, Rinforzo dei requisiti di consenso, Nuovi diritti degli interessati, Introduzione dei DPO (Data Protection Officers), Introduzione del “privacy by design” e “privacy by default – riguardanti l’utilizzo di sinonimi, diminutivi o corrispondenze esatte sul dato trattato -, Ridefinizione delle norme di trasferimento di dati personali al di fuori dell’Unione Europea, Obbligo della costituzione di una autorità di vigilanza per ciascuno Stato membro, Costituzione di un nuovo consiglio europeo per la protezione dei dati personali, Introduzione delle sanzioni pecunarie per gli Stati membri. Quest’ultima direttiva prevede una multa fino a 20 milioni di euro per i Paesi che non si adeguano alle novità introdotte o commettono infrazioni del Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR). La multa vale anche per le imprese compartecipate, e sarebbe proporzionata all’ultimo bilancio di esercizio.

In rete si leggono molti commenti positivi su questo nuovo Regolamento UE sulla Protezione dei Dati Personali, soprattutto per quel che riguardano le nuove misure disciplinari e per il consolidamento della territorialità europea per quanto riguarda l’applicabilità del Regolamento. Questo significa, per fare un esempio, che nel 2018 Diritto all’Oblio su Internet sarà ugualmente un diritto dei cittadini d’Inghilterra, anche se il loro Paese sta uscendo dall’Unione Europea. Sempre per quanto riguarda il Diritto all’Oblio e il diritto alla cancellazione dei propri dati personali da Internet, la nuova normativa europea prevede non solo l’obbligo di cancellare i dati personali ogni volta che un interessato ne presenti la richiesta, ma anche l’obbligo di consegnare una copia di questi dati personali affinché si possa esercitare il diritto alla portabilità dei dati. Vale a dire, che sarà possibile trasferire una copia dei propri dati personali da un fornitore di servizio ad un altro, senza chiederne il consenso al titolare del trattamento. Questo è sicuramente un punto critico per le imprese, ma, a modo suo, permette di rendere i mercati più liberi e competitivi e di tutelare gli interessi dei consumatori su Internet. Sul sito Internet dell’EU GDPR c’è un countdown che indica quanto manca alla messa in azione del nuovo Regolamento Europeo sulla Privacy: circa 410 giorni a partire da oggi. Dategli una occhiata.

#diritto all'oblio#diritto all'oblio internet#unione europea

Lascia un commento

Richiedi informazioni o scrivi un commento

Nome*

Email*